Morphemat

Veloce, semplice, ergonomico e sicuro!

Migliore assistenza per i pazienti e il personale sanitario

Il Morphemat® è un tappeto flessibile con due compartimenti d'aria che vengono gonfiati separatamente per riposizionare i pazienti in terapia intensiva ogni due ore. Usando l'aria compressa, Morphemat riduce l'onere per gli operatori sanitari mentre dà una cura perfetta ai pazienti. La terapia di posizionamento è la migliore pratica per prevenire le complicazioni associate al prolungato riposo a letto in terapia intensiva 1. Studi scientifici 2,3 dimostrano che ruotare i pazienti immobili in ICU ogni 2 ore porta benefici per le condizioni della pelle del paziente, lo stato cardiovascolare, il sistema muscolo-scheletrico, l'ossigenazione, ma è ergonomicamente impegnativo per il personale infermieristico. Morphemat è progettato per riposizionare i pazienti con meno carico e meno personale sanitario.

Condividi

Vantaggi del Morphemat

Sfondo della ricerca

"C'è un ampio consenso sul fatto che tutti i pazienti in terapia intensiva dovrebbero essere spostati regolarmente dalla schiena al fianco, e il posizionamento ogni due ore è stato suggerito come standard di cura di routine".

Goldhil 2007

"Il riposizionamento dei pazienti in posizione supina è la manipolazione più frequente del paziente ed è associato ad alti tassi di disturbi muscoloscheletrici"

Wiggermann 2020;
Schoenfisch 2019

"Il posizionamento di routine del paziente in terapia intensiva promuove profilatticamente il comfort, previene la formazione di ulcere da pressione e può ridurre l'incidenza di trombosi venosa profonda, emboli polmonari, atelettasia e polmonite. Il posizionamento di routine di solito comporta lo spostamento del paziente tra la posizione laterale destra e sinistra".

Hewitt 2018

"Nelle unità di terapia intensiva, la conformità ai protocolli di rotazione varia da 38 a 51%. Potenziali spiegazioni per questo includono rapporti sub-ottimali di personale di assistenza".

Scegliere il prosciutto 2016

Riferimenti

1. Nam Ho Do et al, Effetti di un dispositivo di rotazione laterale continuo sulla riduzione della pressione (2016)

2. Sousa I et al, Posizionamento di pazienti critici immobili che sono a rischio di lesioni da pressione utilizzando un dispositivo di posizionamento progettato appositamente e attrezzature di cura abituali: Uno studio osservazionale di fattibilità (2020)

3. Goldhill DR et al, A prospective observational study of ICU patient position and frequency of turning, Anaesthesia (2008)

Hai bisogno di maggiori informazioni o di una demo del prodotto?

Cosa dicono di noi i nostri clienti

"Ora possiamo riposizionare facilmente il paziente da soli. Prima avevamo bisogno di due, a volte tre infermieri. Il vantaggio del Morphemat per il paziente? La sua schiena è sostenuta dal collo alle gambe e non in due punti. Guardate la nostra testimonianza video".
Johan Jespers

Johan Jespers

Infermiere Unità di terapia intensiva

"L'IPV è un super prodotto. Grazie per la vostra bella e pratica soluzione per ventilare comodamente i pazienti in posizione prona".
eg-globe

Squadra di terapia intensiva

AZ St-Maarten Belgio

"Questo metodo è semplice, più ergonomico e più igienico dei modi e dei materiali con cui si ha familiarità oggi. La posizione del paziente era corretta e stabile".
oz-test

Squadra OR

UZ Leuven (Belgio)

"Un giorno questi dispositivi medici diventeranno obbligatori".
eg-globe

Neurochirurgo

UZ Gent (Belgio)

"Con il sistema di posizionamento gonfiabile Ergotrics è possibile lavorare molto più velocemente, in modo più igienico e salutare per il personale, sia quando il paziente viene trasferito in posizione prona che durante il posizionamento stesso".
1620561494075

Prof Robert Pflugmacher,

Universitätsklinikum Bonn (Germania)

"I vantaggi ergonomici dei dispositivi di posizionamento gonfiabili sono chiari. Inoltre, pensiamo che il posizionamento ottimale comporti anche una minore pressione intra-addominale e quindi una minore pressione venosa, migliori condizioni operative e possibilmente meno perdite di sangue intraoperatorie. Indagheremo ulteriormente su questo aspetto".
cliente1

Dr. F. van Eijs, M.D., Ph.D.

Anestesista, ETZ Paesi Bassi

Precedente
Successivo

Tecnologia premiata

Scopri cosa sta succedendo e rimani aggiornato sulle nostre ultime notizie

Seguiteci sui social media: